Home Decor con ricamo tradizionale

Carissime amiche, grazie per essere qui.

Ultimamente molte di Voi passano qui nella Casina di Tobia per un saluto, per un parere sul cucito e per scambiare qualche idea creativa.

Come sapete, da molti anni mi dedico quasi esclusivamente alla realizzazione di gioielli artigianali (potete dare uno sguardo QUI) ma la voglia di decorare la mia casa è sempre molto forte.

Considerando poi che il Natale è dietro l'angolo, ritengo che questo periodo (la fine di agosto) sia proprio il momento più indicato per iniziare a pensare non solo alle decorazioni della casa, ma anche ad alcuni pensieri molto speciali per le amiche più vere e sincere

Mi piace molto utilizzare stoffe coordinate per le tende, cuscini del divano, fermaporta e molto altro, ma ultimamente sono concentrata su ricami da appendere come quadri.

Ricami che tra l'altro sono molto semplici da eseguire e che vengono insegnati da alcune ragazze su Youtube.

Nello specifico ho scoperto tre ragazze russe,  che spiegano molto bene i punti che utilizzano per  ricamare fiori e foglie.

Il loro metodo è geniale. Loro insegnano con chiarezza e precisione come eseguire determinati punti. La qualità dei video è ottima ed è veramente impossibile non riuscire a comprendere l'esecuzione del lavoro.

Poi chiaramente e giustamente, se desideri "sostenere" il loro lavoro, puoi acquistare il design che ricamano in quel video specifico. 

Si tratta di un file Pdf che tu puoi stampare e ricalcare sulla stoffa che utilizzerai per il tuo ricamo (lino, cotone, seta...).

Io ho iniziato con qualcosa di molto semplice e ho acquistato un cuore,  da una ragazza di nome Yulianna che vive in un villaggio in Bielorussia.

Quando come me realizzi gioielli artigianali con tecniche di ricamo molto complesse, cucendo perline e cristalli, magari in tecnica tridimensionale,  riesci ad eseguire questi ricami fatti di solo filo, in pochi giorni, ma sono convinta che questi ricami siano alla portata di tutte, comprese le principianti. 


ricamo filo mouline cotone telaio rotondo cuore ricamato a mano da appendere come un quadro Martha Mollichella

ricamo filo mouline cotone telaio rotondo cuore ricamato a mano da appendere come un quadro Martha Mollichella


Io ti invito con tutto il cuore a provarci perchè il risultato finale secondo me è bellissimo e se vuoi sorprendere le tue amiche, puoi regalare loro un ricamo simile, scegliendo i colori che più ti piacciono.

Devi solo stare attenta al costo del telaio e del tessuto da ricamare. Io ad esempio ho acquistato della batista che costa molto ma per questo tipo di ricamo,  un cotone classico andrà benissimo.

Per quanto riguardo il filo invece, ti invito a non risparmiare. 

Meglio acquistare il moulinè di una famosa azienda francese, che è un filo di cotone composto da 6 capi facilmente separabili.
Hanno fibre lunghe e brillanti e rendono il lavoro finale di alta qualità.

E così tanto per non farmi mancare nulla, sto iniziando ad acquistare matassine di cotone moulinè di vari colori e dal momento che sto ricamando motivi floreali, i colori che sto scegliendo sono selezionati appositamente per questo e quindi.....bianco, giallo, rosa, rosso, blu per i fiori, verde per le foglie, neutro per i rami.....

Se desideri sapere quali sono i tre canali Youtube da cui sto imparando a ricamare motivi floreali, scrivimi. Sarò felice di condividere con te tutte le informazioni.

Un caro saluto e a presto con una nuova missione possibile.

Martha

Solo cose belle

Ultimo giorno di scuola.

Lo ammetto, sono stata davvero appesantita da tutte le nuove (e doverose) disposizioni causate dal maledetto Covid-19.

Autocertificazioni a palate, mascherine di scorta ovunque (borsa, zaini, macchina) perchè temevo di dimenticarle, quadernoni ad anelli con porta buste a perforazione (e non più quaderni)  perchè per motivi igienici i fogli dovevano essere riposti nelle buste, porta merenda e tovaglietta usa e getta giornaliera, bottiglietta dell' acqua con su scritto il nome del bambino  bello in grande, asciugamano mani personale, misurazione della temperatura corporea ogni mattina prima di entrare a scuola, etichette su tutto, disinfettante su ogni cosa come se non ci fosse un domani, buste diverse sia per i giubbotti (che non potevano entrare in classe) che per le scorte dei materiali, sanificazione zaini prima di entrare in casa, nuove procedure per entrare, uscire dalla scuola, nuove procedure per comunicare con le insegnanti, la dirigente e la segreteria.

Tutto moltiplicato per tre bambini, ogni giorno,  per nove mesi.

Questi sacrifici ci hanno però ripagato. Grazie al lavoro di tutti quanti, i bambini hanno comunque potuto frequentare l'intero anno scolastico e avendo tre figli in tre classi diverse, questo non era davvero scontato.

Oggi cerco di riprendere in mano il mio "diario delle cose belle".

Questo blog dedicato al cucito creativo, è anche il mio diario di bordo in cui spesso racconto le mie avventure con l'ago da cucito in mano.

Missioni più o meno possibili in cui spesso Vi racconto anche il processo creativo.

In questi mesi di assenza mi avete contattata in molte per sapere che fine avessi fatto.

Martha ma non cuci più? Cosa stai combinando?

Innanzitutto sono felice di aver creato una bellissima community di amiche creative, attorno alla Casina di Tobia.

Come scrivevo all'inizio, è stato un anno molto impegnativo si, ma ciò nonostante ho cucito molto. Soprattutto per la mia casa.


La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy


Tende, cuscini, fermaporta, fiori di feltro e decorazioni varie. 

Nonostante i miei numerosi lavori di cucito creativo, non trovavo le parole giuste per i testi che avrebbero dovuto accompagnare le foto qui nel blog. 

Il clima di sofferenza e negatività che percepivo, non mi ha permesso di trovare le parole adatte per accompagnare progetti ed esperimenti futili che faccio abitualmente con le stoffe.

Nonostante il periodo però, ho sempre dato uno sguardo positivo a tutto quello che mi circondava.

E piu' c'era caos e più c'era confusione nel nostro paese a causa del covid, più mi rendevo conto di quanto fossero state corrette le scelte del passato. Alcune molto difficili.

Scegliere una nuova scuola per il mio bimbo grande che già frequentava la seconda elementare, per approdare ad una scuola migliore della precedente con una Dirigente e delle insegnanti esemplari. 

Avevo preso questa decisione nonostante i gemelli fossero in un altra scuola (all'asilo);  pertanto sia all'entrata che all'uscita avevo i secondi contati per andare in una scuola e poi nell'altra. 

Grazie a questa scelta, dopo 10 giorni dall'inizio pandemia dello scorso anno, abbiamo potuto immediatamente iniziare con la didattica a distanza in modo efficiente.

In 3 giorni la scuola ci ha anche fatto recapitare i libri e i materiali lasciati a scuola.

Un gentilissimo messo comunale ce li ha recapitati a casa.

Anche il cambiamento di sport ci ha aiutato molto durante l'anno. Dal karate i bambini sono passati al calcio e gli allenamenti non si sono mai interrotti regalando ai bambini un senso di normalità.   

Molti genitori durante il primo lockdown si sono ritrovati a casa con il nemico: i loro figli.

Probabilmente non abituati a regole basilari.

Noi non abbiamo avuto nessun problema. I miei bimbi hanno sempre mantenuto un ritmo chiaro tra sonno, veglia, studio, compiti, relax. Abbiamo lavorato sodo. E ci siamo anche divertiti insieme.

Nel mentre mi ero iscritta ad un corso di ricamo di alta moda.

Poi ad un corso di grafica vettoriale perchè desideravo imparare ad illustrare i gioielli che realizzo.


La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy




Mi incontravo online con la mia insegnante americana, alle ore 23 ora italiana. Mettevo i bimbi a letto e io rimbambita dalla giornata iniziavo ad ascoltare la mia insegnante. Tra accento newyorkese, la stanchezza della sera e la mia imbranataggine col software in questione, non ho mai mollato. Ora sono in grado di realizzare illustrazioni.

Poi una rivista americana ha utilizzato un mio lavoro per una pubblicità.

La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy
Ho lasciato crescere i capelli. 

Ho fatto il bagno al mare durante il tramonto appena è stato possibile.

La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy

Ho giocato a pallone.

Sono stata intervistata alla radio.

Ho ripreso in mano tecniche mai approfondite come il paper piecing.

Ho coltivato fiori sconosciuti.

Ho raccolto conchiglie...

La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy


Le ho decorate...

La casina di Tobia Martha Mollichella cucito creativo stoffe idee made in Italy


Ho Cantato dal balcone con i miei vicini per poi scoprire che uno di lavoro è un bravissimo sassofonista che lavora in TV.

Ho visto moltissimi film e rivisto il film Il paziente inglese che mi ha scossa come non mai.
La splendida protagonista sa cucire ma dice anche:
"Una donna non dovrebbe mai imparare a cucire e se lo fa, non dovrebbe ammetterlo".
Perchè secondo voi???
Per fare innamorare!

Ho scoperto Saroo del film:  Lion la strada verso casa

Immagina di avere cinque anni, di conoscere a malapena il tuo nome e di non essere mai andato oltre i confini del piccolo villaggio in cui vivi. Immagina di salire per sbaglio su un treno e che all'improvviso le porte si chiudano. Immagina di viaggiare per un tempo che sembra infinito e, alla fine del viaggio, di ritrovarti catapultato nella più povera, caotica e pericolosa metropoli del mondo, Calcutta. Ora, devi fare una cosa sola: sopravvivere.

Ho letto moltissimo e tra gli altri, ho scoperto i libri di Marguerite Duras e specialmente uno: L'amante della Cina del Nord.

Con lei mi sembrava di sentire l'odore di gelsomino tra le strade dell'Indocina degli anni trenta. Libro diretto e sensuale. Consigliatissimo. 

In tutto questo, riesco a cucire tutti i giorni. 
Io non posso stare lontana dal mio ago, dal filo e dalle mie amatissime stoffe. Ne acquisto sempre di nuove. 

Nelle prossime settimane condividerò i miei prossimi lavori.
Nel mentre di invito a dare uno sguardo anche al mio sito dedicato ai gioielli artigianali.


Un caro saluto

Martha

Serena Pasqua 2021

In moltissime civiltà, l’uovo è sempre stato un elemento importante, simbolo di vita e di rinascita.

Con l’avvento del cristianesimo ha cominciato a rappresentare non solo la rinascita della natura, ma anche quella dell’uomo e i cristiani hanno abbracciato questo simbolo paragonandolo al sepolcro da cui Cristo è risorto.

Decorare uova è anche un modo di esprimere fiducia e speranza nell’avvento di una nuova feconda primavera, la stagione della Pasqua.

Martha Mollichella La casina di Tobia decorazioni di pasqua

Per questa seconda Pasqua in lockdown, ti auguro una serena riflessione sulle cose importanti della vita.

Martha Mollichella La casina di Tobia decorazioni di pasqua


Un caro saluto e a presto con una nuova missione possibile.
Martha

Cactus

Pensavo di essere una creativa molto paziente dal momento che impiego mesi per terminare dei lavori.

In un caso ho impiegato addirittura 7 anni per ultimare dei centro tavola con tecnica english paper piecing.

Poi ho conosciuto una signora americana, che ha impiegato ben 25 anni per terminare una trapunta matrimoniale, realizzata solo ed esclusivamente con minuscoli esagoni di stoffa cuciti a mano.

Quando ho visto questo capolavoro, non riuscivo a credere come questa persona, avesse mantenuto vivo l'amore in quello che faceva per tutto quel tempo.

Probabilmente perchè questa trapunta era destinata alla figlia.
Probabilmente amava la tecnica.
Probabilmente il suo carattere le permette di non annoiarsi nonostante le ripetitività del lavoro. 
Tutti esagoni, stessa misura, stesse stoffe. 

Ma vi immaginate il valore di questa trapunta? Quanto amore? Quanta dedizione? Quanta costanza?

In 25 anni io avrei cambiato colori mille miliardi di volte. Come minimo.

Grazie a questa signora americana, ho conosciuto una signora sudafricana che produce patterns english paper piecing per macchina da cucire. 

E così, tanto per cambiare....mi sono buttata a capofitto dentro questa nuova avventura. Ho anche scoperto che esistono riviste dedicate esclusivamente a questa tecnica e io non me le sono fatta sfuggire.

Vi mostro il mio primo lavoro EPP (english paper piecing) realizzato con macchina da cucire. Questa tecnica è l'ideale per realizzare angoli perfetti.

Amo molto i cactus.

Sono piante resistentissime che, nel corso degli anni, si sono adattate a vivere nelle zone più inospitali della Terra e, per questo motivo, simboleggiano durata, perseveranza ed eternità.

Batik fabric english paper piecing

Batik fabric english paper piecing la casina di tobia


Batik fabric english paper piecing

Nel prossimo post dovrei riuscire a mostrarVi il cactus terminato e rifinito con imbottitura e binding. Dovrebbe diventare un centro-tavola per il tavolo della nostra veranda.

Nel mentre sto riorganizzando il mio laboratorio e finalmente sono riuscita a riordinare le mie stoffe batik per colore.....

Batik fabric english paper piecing


Batik fabric english paper piecing


Batik fabric english paper piecing

E come se non bastasse.....ho iniziato anche un nuovo blocco conosciuto come flying geese (oche volanti) 

Chi mi conosce sa quanto io ami circondarmi di stoffe colorate.


Batik fabric english paper piecing

A presto con una nuova missione possibile.

Un caro saluto
Martha

Patchwork block

In questi ultimi giorni,  mi sto dedicando con amore, al mio amatissimo patchwork.

Ho ripreso in mano dei progetti abbandonati da anni e ne ho approfittato per insegnare le basi al più grande dei miei bimbi, utilizzando la macchina per cucire.

Creare con il patchwork scalda il cuore.

Lavorare con le stoffe richiede dedizione ed amore. Il patchwork rappresenta l'essenza di chi l'ha creato, rappresenta anche il tempo che è stato speso per realizzarlo, il gusto del colore ed infine esprime tanta, tantissima pazienza.

Ho sempre cercato di stimolare i miei bimbi in tutte le arti creative. Spesso però non mi hanno seguita nel cucito.

Ma si sa, i bimbi ci osservano anche quando sono di spalle e così l'altro giorno, il mio bimbo grande (che ha sempre storto il naso davanti alla macchina da cucire) mi ha chiesto: Mamma mi insegni?

Ho subito pensato di proporgli la tecnica paper piecing.

Ho imparato questa particolarissima tecnica moltissimi anni fa e non l'ho mai dimenticata.
Ho proposto questo metodo perchè volevo permettere a Francesco di ottenere risultati di precisione nell'immediato e così, farlo innamorare della macchina da cucire e del patchwork senza perdere la pazienza alle prime prove.  
Questa tecnica prevede l’utilizzo di pezzi di tessuto cuciti su una base di carta  secondo una sequenza numerica di linee tracciate direttamente sulla carta.
I pezzi di tessuto poi vengono cuciti sul retro della carta. 
Abbiamo trascorso la mattina a scegliere le stoffe e a tagliarle e numerarle in base alle sequenze numeriche dei progetti. Il pomeriggio invece ci siamo divertiti a cucire. 
Ho cercato di proporre delle stoffe avanzate, così tanto per fare pratica ma......Francesco ha gusto. Per cui ha scelto i miei batik più belli e stoffe americane ad alta intensità di numero di fili.
english paper piecing quilt patchwork
english paper piecing quilt patchwork

english paper piecing quilt patchwork

english paper piecing quilt patchwork

Dopo aver cucito due alberi ( pensando già al Natale), ci siamo dedicati a due classici blocchi patchwork.

I blocchi (composti da pezze), compongono il quilt vero e proprio. Quilt significa trapunta.

Continua a seguirmi perchè sto per iniziare un nuovo lavoro, leggermente più complesso. Ho già tagliato e numerato le stoffe. Si tratta di un grazioso uccellino. 

A presto.
Martha